Immagini tipografiche

Titoli grafici con il font di propria scelta

[SPIP 1.9, GD2 e Freetype]

Nel caso che GD2 e Freetype siano installati sul sito [1], SPIP può creare da solo delle immagini a partire dai titoli (o da qualsiasi elemento del database) utilizzando un font di caratteri di propria scelta.

La funzione che crea questo effetto è image_typo. Questo articolo presenta le diverse variabili che è possibile utilizzare con questa funzione.

Se non si specifica alcuna variabile image_typo utilizzerà il font predefinito fornito con SPIP: Dustismo, un font GPL di Dustin Norlander.

police

È possibile specificare il nome di un altro font precedentemente installato sul proprio sito.

(Anche Dustismo-bold fa parte del pacchetto di SPIP.)

In teoria, è possibile usare numerosi formati di font: TrueType, PostScript Type 1, OpenType... In base alla configurazione del proprio sito è possibile che alcuni formati non siano accettati.

I font devono essere inseriti in una sotto-cartella /polices della cartella /ecrire, oppure della cartella che contiene i propri modelli.

Per esempio, se inseriamo un file TrueType in questo modo:
/ecrire/polices/stencil.ttf
è possibile usare questo nuovo font [2].

taille

È possibile specificare la dimensione della visualizzazione del font. Ciò si fa usando la variabile taille.

Nota: non si specifica «36pt», ma solamente «36», senza indicare l’unità.

couleur

Questa variabile permette di indicare il colore. Il colore predefinito è il nero. Questa variabile è un colore RVB esadecimale, sempre nel formato «3399BB». Nota bene: il segno «#» che precede normalmente questo tipo di codice di colore deve essere omesso.

largeur

La variabile largeur permette di stabilire la larghezza massima dell’immagine. Nota bene: questo è un valore massimo; l’immagine reale viene «inquadrata» in maniera automatica, successivamente, al fine di applicare le dimensioni del testo realmente composto.

Il primo riquadro sottostante è composto con una larghezza massima di 300 pixel, il secondo con una larghezza di 400 pixel.

align

La variabile align permette di forzare l’allineamento di più righe di testo (se è il caso) a sinistra, a destra o centrato. In maniera del tutto eccezionale qui si utilizza una sintassi inglese, simile a quella usata per i fogli di stile.

hauteur_ligne

hauteur_ligne permette di stabilire l’altezza da una riga di testo all’altra (nel caso che l’immagine sia su più righe).

padding

Alcuni font «superano» il box in cui si trovano causando un effetto disastroso (font «tagliati»). La variabile padding permette, in maniera del tutto eccezionale, di forzare uno spazio supplementare intorno all’immagine tipografica.

Filtrare l’immagine

Poiché il risultato di image_typo è un’immagine, è possibile applicare ad essa i filtri delle immagini. Per esempio, i filtri sottostanti rendono l’immagine semi-trasparente o si applica una texture.

Note

[1GD2 è un plug-in grafico del PHP che permette numerose manipolazioni sulle immagini. Freetype, solitamente installato assieme a GD2, è l’estensione che inserisce del testo in un’immagine a partire da un font, Truetype o Postscript. In caso di dubbio, chiedere al proprio hoster se GD2 è installato o meno.

[2Attenzione: se questa cartella non è protetta il file del font sarà accessibile dal Web. Se si utilizzano font a pagamento è necessario fare attenzione a non diffondere font per senza la licenza per farlo.

N.B.1. L’immagine creata con image_typo è in formato PNG 24 con un canale alfa al fine di realizzare la trasparenza. Per forzare Microsoft Explorer a visualizzare correttamente questa trasparenza, SPIP utilizza una classe di foglio di stile specifica, format_png, definita all’interno di spip_style.css; questa chiama un «comportamento» (behavior) che rende possibile la visualizzazione con MSIE. Quindi, ancora una volta è utile integrare il file spip_style.css standard nei propri modelli a costo di sovraccaricarlo con i propri stili.

N.B.2. La visualizzazione di alcuni font (soprattutto i serif e alcuni corsivi) pone dei problemi. Le tecniche di rendering tipografico con GD2 sono ancora in sviluppo (e si vede: riscontriamo continuamente bug su questo aspetto). Speriamo che le funzioni di GD2 evolvano rapidamente.

N.B.3. Arabo, farsi, ebraico? Sfortunatamente no! Attualmente abbiamo delle difficolta che non permettono di proporre soluzioni «pulite» per visualizzare l’ebraico e l’arabo.
— Innanzitutto, la gestione della visualizzazione bidirezionale non è garantita da GD2; quindi non è possibile attualmente creare immagini tipografiche per stringhe che si scrivono da destra a sinistra.
— Per l’arabo (e il farsi) le legature non vengono gestite. In particolare: le legature di OpenType vengono puramente e semplicemente ignorate.

Autore Fausto Barbarito Publié le : Mis à jour : 26/10/12

Traductions : català, English, Español, français, italiano, Nederlands