Scrivere gli articoli

È giunto il momento di creare i primi articoli. Ciò ci permetterà in questo tutorial di spiegare la procedura, inoltre questa fase è indispensabile prima di poter lavorare sui modelli di layout.

N.B. Se avete già manipolato i modelli di SPIP, sapete già che non si può cominciare a lavorare se prima non è stato pubblicato almeno un articolo. Vi consigliamo inoltre, per quanto riguarda la creazione dell’interfaccia grafica, di creare quanti più articoli possibile, con più articoli per rubrica, più rubriche... e anche degli articoli di lunghezza diversa, con o senza occhiello e sottotitolo, con o senza introduzione, descrizione... Più saranno numerosi e di formati diversi e più sarà facile creare un’interfaccia "flessibile" (cioè, adatta a tutte le possibili situazioni). Evidentemente, per i test di interfaccia, questi articoli possono essere costituiti da "falso testo" (testi riempitivi fatti con copia-incolla di articoli presi dal Web, di testo inventato, di frasi latine...).

Una rubrica per ogni gioco

Abbiamo deciso che tutti gli articoli riguardanti un gioco saranno raggruppati nella stessa rubrica. Ancor prima di scrivere il primo articolo su un gioco dobbiamo creare una rubrica che contiene il nome di questo gioco (gli articoli successivi, chiaramente, si metteranno nella stessa rubrica).

La rubrica assume quindi un ruolo molto importante: è essa che dà il nome del gioco, e che fornisce il logo, per tutti gli articoli che essa contiene. Per esempio, creiamo una rubrica "Resident Evil: Codice Veronica" e le attribuiamo un logo. Poi, quando inseriremo un articolo riguardante la soluzione del gioco in questa rubrica, questo articolo non avrà bisogno di ricordare il nome del gioco (l’articolo si chiamerà semplicemente "Soluzione completa"), e non saremo obbligati ad attribuirgli un logo.

Mettiamoci nella rubrica:
-  Azione/avventura | Survival horror

e creiamo una nuova sotto-rubrica chiamata "Resident Evil: Codice Veronica".

Inseriamo una "descrizione" per questa rubrica, presentando la trama del gioco.

Infine utilizziamo una copia di una schermata per creare il logo della rubrica.

N.B. Questi logo di rubrica saranno in seguito molto utilizzati per ottenere l’interfaccia grafica del sito. Noi vi consigliamo di scegliere arbitrariamente (in funzione delle proprie esigenze grafiche) un formato unico per tutti i logo. Ciò faciliterà la creazione di una interfaccia coerente. Noi scegliamo per esempio che tutti i logo di rubrica siano di 120 x 160 pixel.

Ciò dà:

image 400 x 181
image 400 x 181

Il test completo del gioco!

Bene, dopo aver creato la rubrica possiamo scrivere il nostro primo articolo sul gioco.

N.B. Sottolineiamo qui un primo inconveniente del sito: bisogna sforzarsi (e spiegarlo agli altri partecipanti al sito) di creare una rubrica prima di poter scrivere il primo articolo riguardante il gioco. Ora, il comportamento naturale sarebbe quello di scrivere l’articolo direttamente nella rubrica "Survival horror", e di dargli come titolo (o come occhiello) il nome del gioco. Ciò è conveniente per un sito più semplice (che tratta di una sola piattaforma, che non propone prove o soluzioni...). Ma poiché noi siamo partiti con l’idea di un sito più ambizioso la struttura sarà più formale.

In un primo tempo, è sufficiente creare un testo, aggiungere delle immagini... nulla di complicato.

Tuttavia bisogna porre attenzione a definire fin da subito due punti importanti e attenersi sempre ad essi:
-  il nome del gioco è indicato nei "campi" dell’articolo stesso? (nel titolo, occhiello, sottotitolo...)
-  la "descrizione" è obbligatoria?

Ciò determina il modo in cui noi tratteremo in seguito i modelli di layout. È possibile scegliere liberamente, poi si dovranno realizzare i modelli di conseguenza.

Per gli esempi forniti durante questo tutorial abbiamo deciso che l’articolo non indica il nome del gioco (né nel titolo, né nell’occhiello o nel sottotitolo); questo nome viene prelevato dalla rubrica che contiene l’articolo. E nei nostri modelli utilizzeremo il segnaposto #DESCRIPTIF; quindi si consiglia di mettere sempre una descrizione altrimenti lo spazio ad essa attribuito risulterà vuoto.

Infine, non è obbligatorio attribuire un logo all’articolo poiché lo prenderemo da quello della rubrica. Ma se si decide di mettere un logo all’articolo consigliamo di rispettare il formato adottato per i logo delle rubriche (nel nostro caso 120 x 160 pixel).

All’incirca, otteniamo:

image 140 x 300
image 140 x 300

-  Il titolo dell’articolo non è il nome del gioco, ma uno slogan pubblicitario (per esempio: "Il ritorno di Claire Redfield");

-  c’è una descrizione;

-  utilizziamo solo la data di pubblicazione on line (nessuna "data di prima pubblicazione" - abbiamo disattivato questa possibilità nel "Pannello di configurazione"); questa data corrisponde alla data di pubblicazione dell’articolo quindi dell’aggiornamento del sito Web (vedremo più avanti come gestire le date di uscita sul mercato del gioco);

-  negli autori, noi lavoriamo come al solito: l’autore è il redattore che, sul sito, ha scritto l’articolo (i test, le news...). Non tentare di indicare in questo campo un "autore del gioco" o qualsiasi altra cosa simile.

Per quali piattaforme? Quale tipo di articolo?

Ora non resta che indicare le piattaforme riguardanti l’articolo e di quale tipo di articolo si tratti.

A tal fine, utilizziamo i menu a tendina "Aggiungi una parola chiave". È molto pratico...

image 333 x 183
image 333 x 183

Per questo gioco ipotizziamo che il test è valido sia per la versione Dreamcast che per la versione Playstation 2. Se si ritiene che le due versioni siano sostanzialmente differenti possiamo scrivere un test diverso per ciascuna piattaforma. In tal caso basterà selezionare una sola piattaforma per articolo.

Quanto al tipo di articolo, esso è un test.

Con ciò otteniamo:

image 380 x 90
image 380 x 90

Sottolineiamo nuovamente la necessità di formalizzare rigidamente il modo di pubblicazione di un articolo. Prima di qualsiasi pubblicazione si deve verificare la presenza delle parole chiavi necessarie.

-  L’indicazione della piattaforma non è obbligatoria (l’articolo apparirà comunque nel sommario); ma la sua assenza renderà incoerente l’interfaccia (alcuni articoli che indicano le piattaforme ed altri no) e l’articolo non sarà più repertoriato nella navigazione "per piattaforma". È possibile indicare più piattaforme per uno stesso articolo.

-  Il tipo di articolo è obbligatorio. In seguito vedremo che noi facciamo un uso intensivo di questi tipi di articoli. Nel caso che esso venga dimenticato l’articolo rischia di non apparire nell’area pubblica. Si deve indicare un solo tipo di articolo per articolo.

Fatto ciò, create altri articoli, con formati differenti, alcuni con diverse piattaforme, secondo diversi tipi di articoli... In particolare, tentate di creare una rubrica completa (con tutti i tipi di articoli), e arricchite le rubriche vicine a "Survival horror", in modo da poter lavorare su dei modelli con rubriche rappresentative dell’attività del sito. Pensate inoltre a modificare le date di pubblicazione, al fine di poter testare gli ordinamenti degli articoli e delle rubriche.

In questa situazione l’ideale è creare un massimo di articoli in tutto il sito, con date di pubblicazione che coprano un periodo di tempo molto lungo.

Autore Fausto Barbarito Publié le : Mis à jour : 26/10/12

Traductions : عربي, català, Deutsch, Español, français, italiano, Türkçe