SPIP

[ar] [ast] [bg] [br] [ca] [co] [cpf] [cs] [da] [de] [en] [eo] [es] [eu] [fa] [fon] [fr] [gl] [id] [it] [ja] [lb] [nl] [oc] [pl] [pt] [ro] [ru] [sk] [sv] [tr] [uk] [vi] [zh] Espace de traduction

Download

Caratteristiche complete

Gennaio 2004 — mis à jour le : Novembre 2010

Tutte le versioni di questo articolo:


Installazione

In confronto ad altri sistemi, l’installazione di SPIP è particolarmente semplice:

-  Non è necessaria nessuna conoscenza tecnica particolare (né PHP né MySQL) per procedere alla sua installazione.

-  La configurazione si fa direttamente online attraverso un’interfaccia grafica molto semplice (in particolare, non è necessario modificare un file di configurazione con dei codici poco comprensibili).

-  Distribuiamo un’unica versione di SPIP che può svilupparsi nel corso del tempo in funzione dei miglioramenti apportati, tuttavia facciamo molta attenzione a non complicare le cose sviluppando delle “patch” che sarebbe necessario andare a cercare a destra e a manca (per esempio, per adattare SPIP a un certo provider).

Sito pubblico

Il sito pubblico realizzato con SPIP presenta le seguenti caratteristiche:

-  Interfaccia completamente modificabile dal webmaster senza conoscenze di PHP né di MySQL; l’interfaccia di SPIP si programma in HTML a cui abbiamo aggiunto un linguaggio relativamente semplice; pertanto, SPIP non impone un’impaginazione rigida (come ad esempio le «tre colonne» caratteristiche di phpNuke).

L’interfaccia classica in HTML non è l’unica forma di navigazione che si può presentare ai visitatori del sito. Le stesse informazioni (lo stesso contenuto) possono essere presentate in formato molto diversi. Si può ad esempio fornire, oltre alla navigazione web classica:
— dei feed in formato XML/RSS,
— un calendario nel formato iCalendar,
— una navigazione Wap (nel formato WML),
— una navigazione Macromedia Flash (sfortunatamente non è un esempio di formato libero)...
e qualsiasi altro formato che si avrà voglia di gestire (cHTML per iMode, XPressTags, XML per Indesign...).

-  SPIP integra un sistema di cache per ogni singola pagina: le pagine sono calcolate (a partire dalle informazioni del database) singolarmente e salvate in un file di cache; in questo modo il server non è rallentato da un numero troppo elevato di richieste a MySQL e il sito è sempre accessibile anche in caso di guasto del server del database.

-  SPIP integra un piccolo motore di ricerca basato su un sistema di indicizzazione dei termini.

Struttura del sito

La struttura di un sito realizzato con SPIP si basa su una gerarchia di rubriche. Non vi è alcun limite al numero di rubriche: una rubrica può avere tutte le sotto-rubriche ad essa necessarie, e queste ultime possono, a loro volta, contenere delle sotto-rubriche, ecc. La struttura del sito viene così costruita nidificando rubriche e sotto-rubriche.

Gli articoli

L’oggetto principale che permette di pubblicare delle informazioni in SPIP è l’articolo. Si possono collocare quanti articoli si vogliono in qualsiasi rubrica.

-  La redazione degli articoli è molto semplice e si effettua sul Web attraverso un’interfaccia grafica.

-  Un articolo è costituito da diversi elementi che permettono di dargli una struttura: titolo, occhiello, sottotitolo, descrizione, introduzione, testo principale, post scriptum.

-  Le regole tipografiche francesi di base sono applicate in maniera automatica (spazi unificatori prima del punto interrogativo ed esclamativo, ecc.).

-  Le scorciatoie mnemoniche facilitano la formattazione tipografica, la creazione di collegamenti ipertestuali, di note a piè di pagina... impaginare un articolo con SPIP è facile come scrivere un’email.

-  L’interfaccia grafica permette di inserire con facilità delle immagini negli articoli, e ciascun articolo può essere caratterizzato da un proprio logo.

-  È possibile indicare una o più parole chiave per ciascun articolo.

-  La data di pubblicazione online viene gestita automaticamente (se necessario è comunque possibile modificarla); una seconda data può essere collegata a un articolo, per esempio per indicare la data di pubblicazione originale (per esempio, un articolo pubblicato in precedenza in una rivista cartacea).

-  Reindirizzamento (articoli «fantasma»): SPIP permette di costruire degli articoli “fantasma”, inseriti nella struttura del sito e visualizzati nel contenuto delle rubriche, ma che in realtà rinviano a una pagina il cui indirizzo è specificato dal redattore (sullo stesso sito oppure su un altro). Questa funzione facilita il passaggio da un sito già esistente a un sito costruito con SPIP, attraverso l’integrazione dei contenuti statici preesistenti.

Le brevi

A completamento degli articoli, SPIP integra un sistema di brevi che facilita la pubblicazione di brevi note informative, come quelle presenti sulle riviste della carta stampata (o su quelle del Web).

-  Per facilitarne l’organizzazione e il posizionamento, le brevi si possono inserire solo nelle rubriche principali del sito (cioè le rubriche collocate alla radice del sito).

-  La struttura delle brevi è semplificata: il titolo e il testo della breve; ciascuna breve può essere completata molto semplicemente con un collegamento ipertestuale.

-  La gestione della pubblicazione della breve è semplificata (due pulsanti: pubblicare o rifiutare).

-  Ciascuna breve può essere caratterizzata da un proprio logo.

-  L’amministratore del sito può decidere di disattivare l’utilizzo delle brevi in tutto il sito.

I forum

SPIP integra un sistema di forum.

-  I forum possono essere collegati ad articoli (un forum per articolo), a rubriche o a brevi. Il webmaster potrà programmare la sua interfaccia in modo che ciascun articolo disponga del proprio forum o in modo che diversi articoli di una rubrica condividano lo stesso forum, ecc.

-  SPIP permette di scegliere tra diversi tipi di forum: i forum «liberi» (moderati a posteriori, i contributi compaiono immediatamente, ma gli amministratori possono eliminare successivamente un messaggio indesiderato); i forum moderati a priori (i contributi compaiono soltanto dopo essere stati convalidati da un amministratore del sito); i forum su abbonamento (ciascun partecipante deve prima indicare il suo indirizzo email al fine di ricevere una password che gli permetta di inviare i suoi contributi).

Inoltre, SPIP integra un sistema di forum privati dedicati alla discussione tra i diversi redattori del sito: questi forum si trovano nell’area riservata.

Le petizioni

Con pochi clic si può trasformare un articolo in petizione online.

-  Le petizioni di SPIP sono convalidate automaticamente via email: il firmatario riceve un messaggio di conferma che permette di verificare la validità della firma.

-  Il tipo di petizione si può configurare molto semplicemente: si può richiedere una sola firma per ogni indirizzo email, si può richiedere che sia indicato un sito web nella petizione (in tal caso la validità dell’URL viene verificata automaticamente), si possono accettare o rifiutare messaggi che accompagnano la firma.

Le statistiche

SPIP integra un sistema molto semplificato di statistiche che permette di valutare il livello di popolarità degli articoli e delle rubriche.

I redattori/amministratori

Un sito creato con SPIP può essere gestito da una sola persona oppure essere realizzato da un gruppo di redattori.

-  SPIP propone due livelli di accesso: gli amministratori, che gestiscono in particolare la struttura del sito e la convalida degli articoli, e i redattori, che propongono gli articoli.

-  Il numero di redattori e di amministratori è illimitato.

-  Si può decidere di offrire agli utenti la possibilità di iscriversi per diventare redattori (in tal caso la procedura d’iscrizione viene gestita automaticamente da SPIP).

-  Ciascun autore può crearsi un logo personale scaricabile dall’interfaccia grafica (per esempio, una foto).

La syndication

I siti creati con SPIP, phpNuke o altri sistemi, forniscono un file dinamico che indica le loro ultime pubblicazioni. SPIP può analizzare questi file e riportare le novità degli altri siti:
-  è possibile aggiungere un numero illimitato di siti con syndication;
-  i siti con syndication sono collegati alle rubriche del proprio sito; in questo modo è possibile associare a una rubrica tematica i link che rimandano a siti che trattano gli stessi temi della rubrica.

L’interfaccia grafica del sito pubblico

L’interfaccia grafica del sito pubblico è molto flessibile. Grazie a un linguaggio molto semplice (ma specifico di SPIP), è possibile creare qualsivoglia interfaccia grafica.

In particolare, non è necessario conoscere PHP e MySQL per creare un’interfaccia grafica originale con SPIP.

Nonostante questo, il sistema di cache è totalmente compatibile con PHP: il webmaster può, se lo desidera, integrare delle funzioni PHP nel modello di layout (squelette/template) o delle passerelle (gateway) CGI. Pertanto, è possibile migliorare SPIP con degli script specifici per completare o sostituire delle funzioni mancanti (per esempio, il contatore delle visite, un motore di ricerca più potente, ecc.).

L’interfaccia del sito privato

L’area riservata che permette di gestire il sito è fornita di un’interfaccia grafica completa, e molto semplice da utilizzare.

-  Questa interfaccia si adatta in funzione delle attività di ciascun redattore o amministratore, nonché in funzione dell’attività del sito. In questo modo ciascun autore accede rapidamente ai propri articoli, e gli articoli proposti per la pubblicazione sono segnalati a tutti gli utenti. L’interfaccia è differente a seconda della funzione di redattore o di amministratore.

-  Ciascun utente può personalizzare la propria interfaccia grafica: si può scegliere tra un’interfaccia semplificata, che offre soltanto le funzioni principali, e un’interfaccia completa. Inoltre, è possibile modificare parzialmente l’aspetto grafico dell’interfaccia.

-  Quando un sito comprende diversi redattori, SPIP diventa uno strumento di lavoro cooperativo: discussioni sugli articoli, sistema di convalida, lavoro a più mani su uno stesso articolo...

La configurazione del sito

Benché in SPIP l’interfaccia grafica del sito pubblico e la gestione dei contenuti siano rigidamente separate (per esempio, nell’area riservata non si definisce il colore di sfondo del sito pubblico), è tuttavia possibile configurare alcuni comportamenti del sito nell’area riservata:
-  accettare o rifiutare alcuni elementi del contenuto degli articoli: è possibile impedire l’utilizzo di occhiello, sottotitolo, descrizione, introduzione o post scriptum, o la data di pubblicazione anteriore e le parole chiave;
-  configurare (o disattivare) i forum pubblici;
-  indicare se si pubblicano gli articoli prima della data di pubblicazione stabilita (questa opzione permette, ad esempio, di andare in vacanza, mentre il sito pubblica gli articoli in nostra assenza);
-  disattivare il sistema delle brevi (in effetti alcuni siti non lo utilizzano; disattivarlo permette di semplificare l’interfaccia per i redattori);
-  attivare o disattivare le statistiche;
-  attivare o disattivare il motore di ricerca.

Il lavoro editoriale del sito

Al fine di facilitare il lavoro editoriale del sito sono disponibili diverse opzioni:

-  invio dei contributi dei forum agli autori degli articoli; quando un visitatore invia un messaggio a un articolo, l’autore dell’articolo ne viene informato via email: ciò gli permette di seguire l’attività del suo articolo via email;

-  controllo dell’attività editoriale; se il sito è il risultato del lavoro di un gruppo di redattori, si possono segnalare automaticamente gli annunci importanti dell’attività editoriale a un indirizzo email (l’ideale sarebbe una mailing list); in questo modo, quando un articolo viene pubblicato o proposto per la pubblicazione, la mailing list viene informata;

-  annuncio delle novità; SPIP può inviare automaticamente, e con una frequenza stabilita dagli amministratori, un messaggio di posta elettronica che presenta le ultime pubblicazioni del sito.

Salvataggio ed esportazione del database

Il webmaster del sito può salvare il suo database (viene creato un file); se il server lo permette questo salvataggio viene effettuato in un file compresso, facilitandone così il download tramite FTP. Naturalmente SPIP integra la funzione che permette di importare questo file.


Visualizza il modello di questa pagina Sito realizzato con SPIP | Espace de traduction | Area riservata